Connect
To Top

Letterina a Babbo Natale…auguri da Jgor Barbazza

Caro Babbo Natale,

anche quest’anno ti scrivo come da tradizione ed anche quest’anno ti chiedo di esaudire i miei desideri.

È stato un anno ricco di soddisfazioni il 2013, ma anche un anno di qualche stecca sui denti ma per fortuna nulla che non si possa superare, magari più forti ed agguerriti di prima.

Consentimi di ringraziare qualcuno, prima di arrivare alle mie richieste.

Un grazie va alla Juventus per la gentile accoglienza che mi ha riservato anche quest’anno ma credo che la Vecchia Signora abbia visto quanto le sono stato vicino anche nei momenti più bui; un grazie di cuore va a tutti voi tifosi di calcio ed in particolare della nostra amata Juve, per tutte le volte che mi avete fermato per una foto, per un autografo e per tutte le chiacchiere che ci siamo fatti, in autogrill, al bar, per strada, in collina, nelle città, al mare, in montagna, in taxi, allo stadio, in palestra, in tribuna, in curva, al supermercato, in stazione, in hotel, dal parrucchiere, in osteria, in pizzeria, al “pane e vin” a Treviso, alle varie sagre dove sono stato a mangiare e così via..

Ora, ti avviso che le cose che ti chiedo non saranno poche ma, a mio avviso, sono tutti desideri, a mio avviso, facilmente esaudibili.

Eccoti la lista:

– Conte come manager a vita! Sir Antonio Conte..

– Pogba o rinnovo o via almeno alle cifre del sopravvalutato Bale!

– Pirlo, rinnovo, per quel campionissimo in via di estinzione qual’è ed il prezioso insegnamento che potrà dare ai nuovi futuri arrivi. Uomo squadra straordinario.

– Due esterni di fascia importanti, un portiere, un difensore, un vice Pirlo e, se vi ė l’occasione, un bomber vero da 20 goal a stagione non dispiacerebbe. Attenzione però, cessioni mirate ed acquisti intelligenti, rapporto età/qualità/potenzialità future/costo.

– La benedetta terza stella cucita sul petto che tanto piaceva all’ Avvocato, magari la decima Coppa Italia e magari l’approdo alla finale di Eufa league visto che si gioca a casa nostra.

– Un tagliaerba, teloni e delle serpentine nuove agli amici turchi.

– Meno razzismo e più calcio per tutti, ottima l’idea dei bimbi in curva ma amo troppo i cori, gli sfottò (non offensivi intendo) e la coreografia per farne a meno, perciò, vada per un settore, uno spicchio di stadio dedicato ai più piccoli e “sculacciate” ai più grandi se sgarrano.

– Ben venga l’outing sul calcio. Basta con questi fiumi di parole, trasmissioni, sondaggi, ipotesi, chiacchiere sull’argomento. Gradirei nel 2014 la liberalizzazione del sentimento. Al tifoso deve interessare ciò che avviene nei 90 minuti di gioco, per il resto chi se ne frega, ogniuno deve essere libero di muoversi ed esprimersi come vuole; “Bianco che abbraccia il nero” no? E allora anche “l’uno che abbraccia l’altro”.. Svegliaaaa!

Caro Babbo Natale, per quest’anno mi fermo qui, stasera sarò a casa ed aspetterò il tuo arrivo con ansia e grande gioia nel cuore. Ah, dimenticavo, occhio a scendere dal camino perché abbiamo fatto il presepe proprio lì quest’anno ok? Magari ti lasciamo la porta del salotto così raggiungerai più facilmente l’albero.

 

Buon Natale a tutti voi e come sempre.. Fino alla fine..

Jgor

Lascia il tuo commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Opinioni