Connect
To Top

Juve – Milan: nessun dorma

Dopo le ultime due giornate disputate la domenica pomeriggio (evento più unico che raro), la Juve torna a giocare di sera, in anticipo, contro il Milan, ospite allo Stadium, per riprendere la marcia in vetta alla classifica e tentare di allungare a +10 il distacco dalla Roma, attesa domani dalla non semplicissima trasferta di Cagliari.

La conferenza stampa di ieri del mister bianconero non ha sciolto i dubbi sia di formazione sia, soprattutto, di modulo da schierare, considerate le defezioni sulla destra dovute alla squalifica di Lichtstenier ed all’ennesimo guaio muscolare di Caceres che non riesce a fare tre partite di fila senza lasciarci le penne. Le notizie positive arrivano, comunque, dai recuperi di Vidal ed Evra mentre qualche preoccupazione desta Tevez, vittima di un attacco febbrile nelle ultime ore.

Ad ogni modo, presumendo che Allegri non voglia abbandonare il 4-3-1-2, probabilmente schiererà in difesa Padoin esterno di destra, Bonucci-Chiellini al centro, Evra nel suo ruolo a sinistra. In mezzo al campo ritroveremo, ovviamente, Pirlo con Pogba sulla sinistra e Marchisio sul lato opposto; Vidal trequartista alle spalle del duo Tevez-Morata. Il Milan, rinnovato dal mercato invernale appena concluso, dovrebbe scendere in campo con il 4-3-3, schierando Diego Lopez tra i pali, linea difensiva formata da Rami-Alex-Paletta-Antonelli. A metà campo, trio composto da Poli, Essien e Muntari; in avanti Cerci e Bonaventura sulle fasce con il “falso Nueve” Menez al centro.

Partita importante e delicata, anche se sulla carta abbordabile, per i padroni di casa. Guai a sottovalutare l’avversario e scendere in campo con l’atteggiamento molle che, di tanto in tanto, fa capolino nella testa dei giocatori bianconeri. Bene ha fatto il mister ieri a sottolineare come, al momento, non si sia vinto ancora nulla ed il campionato è tutto da giocare e conquistare. È un match da vincere assolutamente per mettere un pesantissimo onere sulle spalle della seconda in classifica la quale, domani pomeriggio, potrebbe scendere in campo con l’eventuale macigno di -10, ma anche per scavare il solco decisivo in classifica ora che si sta avvicinando sempre di più il ritorno in Champions.

Per ciò che concerne i precedenti, si osserva che le due formazioni si sono incontrate 83 volte a Torino, dove i padroni di casa hanno trionfato in 40 occasioni, mentre i rossoneri hanno strappato i tre punti per 22 volte; 21 i pareggi. Milan mai vincitore allo Stadium; l’ultimo trionfo, infatti, risale alla stagione 2010/11: 0-1 con rete di Gattuso ma si giocava all’Olimpico.

Lascia il tuo commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Campionato

  • Sassuolo-Juventus 3-3, altro giro altra corsa!

    I tanti 1-0 del passato facevano schifo a molti, perché denotavano la scarsa propensione della Juve a un gioco “europeo” (definizione...

    Giuseppe Simone16 Luglio 2020
  • Juventus-Atalanta 2-2 e una vendetta

    Spieghiamo subito il titolo, altrimenti non mi seguite per gli altri ragionamenti. Era bello il regolamento quando i rigori li fischiavano...

    Giuseppe Simone12 Luglio 2020