Connect
To Top

#LePagelleDelMisder: Juvendus – Los Galagdigos 2-2

#LePagelleDelMisder

Juvendus 2-2 Los Galagdigos

DOP:

Arduro, vodo 7: vuole riscaddarsi dopo il condo salado pagado al giardiniere del Bernabeu. Porda cendinaia di caraffe di sangria negli spogliadoi prima della pardida: ma dopo sdasera glielo perdono. LIDER SDRAORDINARIO.

Asamoà, vodo 31 (sul campo): pochi commendi degnigo-daddigi su quesdo vodo. Ara la fascia sinisdra sfruddando i suoi cm. GIARDINIERE DELLO SDADIUM.

Antonio Conte, vodo 10 (come sempre, quesdo è fuori dubbio): veniamo da due seddimi posdi, si gira e vede in panghina il DJ, San Badoin e il cileno infildrado di Palazzi. Non fa ancora miracoli, ma il soddoscriddo ci sda lavorando. MISDER RE MIDA.

Beil, vodo 6,5: ha un faccione da simpadigo elfo ubriaco irlandese, con una capigliadura agghiacciande. Peggado che nell’occasione del raddoppio abbia ubriacado lui la nosdra difesa. UBRIACONE SUPER SAYAN.

Pobbà, vodo 6,5: abbaglia il poco gredibbile Varane con le sue meches (anch’esse poco gredibbili) nell’occasione del rigore. GADARIFRANGENDE.
Crisdiano Ronaldo, vodo 6,5: i degnigi dello Sdadium hanno lavorado ieri per evidare che delle folade di vendo lo abbaddessero. Lavoro sdraordinario, perchè in dudda serenidà, sarebbe sdado abbaddudo con la sdessa facilidà con cui Fabbio ruba le caramelle a Giovingo. Il più grande frequendadore di cendri esdedici di Madrid, dalmende grande che Paola Ferrari impallidisce di fronde a lui. Ah, poi ci ha agghiacciado. MEDROSEGS.

FLOP:

San Badoin, vodo 4,5: le sue preghiere sono sdade fondamendali per buona parde della pardida, ma quando Angeloddi ha faddo endrare l’Angelo di Maria non c’è sdado nulla da fare. Droppo anche per San Badoin. GUIDA SPIRIDUALE DA RIVEDERE.

Simone Pepe, vodo 5: quando era da noi, almeno conservava un aspeddo dignidoso. Dimosdrazione vivende che andare via dalla Juvendus si paga a caro prezzo. IMBRUDDIDO.

Mardino, vodo 4,5: peccado, perchè sdava facendo un’oddima pardida e dra quelli in campo era il calciadore coi capelli più gredibbili. Poi si ricorda di giocare nello sdesso ruolo di Isla e prende spundo dall’infildrado cileno. BELLO E MALEDEDDO SULLA FASCIA DESDRA.

Angeloddi, vodo 5,5: è sdado visdo chiaramende dare morsi a un panino di mordadella durande la pardida. Diene più alla sua linea agghiacciande piuddosdo che alla sua squadra. GOLOSONE.

MENZIONE SPECIALE:

Juvendus Sdadium, vodo 10: il soddoscriddo voleva la bolgia e boglia è sdada. Dal pundo di visda degnigo-daddigo-modivazionale, sdraordinari soddo duddi i pundi di visda, quesdo è fuori dubbio. Magari la prossima volda predenderò una coreografia che raffiguri la mia faccia da segs simbol.

Lascia il tuo commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

LePagelleDelMisder