Connect
To Top

Prima trimestrale Juventus 2014/15

Il Consiglio di Amministrazione di Juventus Football Club S.p.A., ha approvato il risultato di gestione al 30 settembre 2014. Il primo trimestre dell’esercizio 2014/2015 evidenzia ricavi per 53,3 milioni di euro, in diminuzione di € 2,3 mln rispetto ai € 55,6 milioni dello stesso periodo dell’esercizio precedente. I costi operativi subiscono un incremento di € 6,4 mln e si attestano a € 62,3 mln . Tale incremento è per lo più addebitabile all’aumento del costo del personale tesserato cresciuto di € 4,5 milioni, oltre che a maggiori ammortamenti (€ 0,9 mln) ed oneri da gestione dei diritti calciatori per € 1,8 milioni. Dopo le imposte, il risultato finale è negativo per €28,6 milioni.

Dall’analisi del conto economico si evince come il dato che maggiormente inficia il risultato finale (come facilmente prevedibile), unitamente all’aumento del costo del personale tesserato, è la voce proventi da gestione diritti calciatori. Ricordiamo, infatti, come l’esercizio appena concluso, è stato caratterizzato dalla straordinarietà dei ricavi da player trading (36,4 milioni) che difficilmente (si spera) sarà ripetibile nell’esercizio in corso. Credo sia chiaro come il core business di una società di calcio non sia quello di fare plusvalenze dalla vendita dei propri tesserati, bensì aumentare i propri ricavi commerciali.

Il risultato negativo del primo trimestre non deve spaventare i lettori. E’ noto come il primo ed il terzo trimestre sono quelli maggiormente interessati dagli effetti economici e patrimoniali derivanti dalle due finestre della campagna trasferimenti.

Fondamentale, per quest’anno, sarà superare il girone eliminatorio della Uefa Champions League e possibilmente traguardare i quarti di finale. Grazie ai ricavi da market pool, incassi e premi vari, la Juventus potrebbe così colmare il gap venutosi a creare dalla straordinarietà dei ricavi da player trading. Vi ricordo, infatti, che dal solo accesso al group stage, quest’anno la Juventus si è già garantita € 50,6 milioni contro i 50,1 mln della scorsa stagione. Ciò significa che più lungo sarà il nostro cammino in Europa, più possibilità ci saranno di incrementare i nostri ricavi.

L’esercizio in corso dovrebbe essere l’ultimo previsto ancora in perdita dal nostro management, a chiudersi in negativo. Come già più volte ripetuto, a partire dall’esercizio 2015/16, infatti, il fatturato subirà un sensibile aumento, grazie agli introiti derivanti dal nuovo accordo per i diritti Tv di serie A (13 milioni circa l’incremento previsto) a quelli del nuovo sponsor Adidas che garantirà 12/13 milioni in più rispetto a Nike, al rinnovo dell’accordo con il main sponsor Jeep (si passerà dai 13 milioni ai 17 milioni annui) ed all’incremento derivante dalla gestione Market Pool della Champions League (nuovo accordo diritti tv Mediaset/Uefa) che porterà circa il 30% in più di ricavi da diritti tv.

La strada verso il pareggio di bilancio ed i primi utili è stata già tracciata ed il 2016 non è poi così lontana. Sino ad allora non resterà che vincere, il resto verrà da se.

6 Comments

  1. Angelo Parodo

    13 Novembre 2014 alle 19:59

    Le previsioni di Benedetto si sono puntualmente avverate perchè supportate da dati certi e ragionamenti coerenti. Niente allarmismi e pazienza, la società è “giovane” e sta riducendo sempre più gli errori, in particolare nella valutazione dei giocatori (che poi costituisce la voce più pesante nelle uscite).

  2. manuele

    13 Novembre 2014 alle 20:33

    Quante persone sanno che la Juventus paga ben 45 milioni anzi qualcosa in più l’ultima stagione in media di costi per servizi esterni cosiddetti?
    Per esempio lo sapete che la Juventus paga 5 milioni l’anno per la sicurezza? 4 milioni per amministratori ed organi sociali? Paga 3 milioni per consulenze e manutenzione. Paga 1.3 per la biglietteria , soldi che non si a a chi vanno per esempio. E come non pensare ai 160 milioni di stipendi lordi ? Purtroppo in giro c’è omertà e disinformazione viviamo la nsotra passione juventina in una pura reggenza dittatoriale visto che casa agnelli-elkann e contornata da adepti da itnere redazione e da tifosi che più che tifare Juventus sono solo dei difendori di questa proprietà che è la peggiore d’Europa. Basta pensare allo stadio costruito confrontato con gli altri in Europa costruiti o che si stanno costruendo

  3. manuele

    14 Novembre 2014 alle 03:40

    Le analisi del signor Mkinerva mi sembrano tutt’altro che oggettive. I dati sono molto sconfortanti per uana serie di ragioni:
    1)Quest’anno la Juventus ha sinvestito sul mercato meno di club come Atletico Madrid, Olympique Marsiglia, AsRoma per non parlare di Borussia Dortmund che ha lo stess fatturato. Sono stati acquistati in pratica i soli Pereyra, Evra Morata e Coman.Romulo,un parametro zero, , due giocatori con la formula “semmai apgherò l’anno prossimo” e un giocatore epr 20 milioni a fronte delle cessioni di Immobile Zaza che hanno fruttato più o meno la stessa cifra.
    La Juventus è uno dei club che ha speso meno in Europa come la stagione scorsa e questo nonostante i 270 milioni di ricavi. L’indebitamento finanziario reale è di poco meno 150 milioni di euro, il che vuol dire come anticipato da Mazzia che anche le prossime stagioni sul mercato sarà di vache magre, il patrimonio netto è quasi azzerato, i amrgini di aumento dei ricavi sono risibili dopo le sponsorizzazioni con Adidas e Fiat che sorpattuttto nel secondo caso sono assolutamente svantaggiose per la Juventus basti pensare che la Juventus incasserà ogni anno da Fiat meno di quando il Tottenham prende dal suo sponsor, meno di quanto il Wolfsburg oprende da Vw e poco più di società come Inter e milan che non fanno nemmeno la Champions.
    Stiam parlando di una società che arriva da 3 campionati vinti consecutivi e a livello commerciale a doggi introita molto meno di una società come il Milan che ha vinto un campionato negli ultimi 10 anni. E vogliam parlare degli accordi ridicoli fatti con adidas e con Fiat per le sponsorizzazioni? Adidas darà la stessa cifra che dà al Milan più o meno, mentre Fiat ha fatto un contratto di 6 anni aumentando di 4 milioni i 12 milioni di spicicoli che oggi dà, Basti pensare che Nike darà all’Inter 10 milioni in meno solamente rispetto al nuovo contratto Adidas mentre Pirelli sta trattando per cireca 15 milioni l’anno. L’Inter ovvero un club che non fa da 3 anni la Champions league e che ogni anno difficilmente si qualificherà.
    Ciò che è chiaro è che la famiglia Agnelli nella gestione della Juventus sta facendo esclusivamente i propri interessi e non quelli del club e delle sue prospettive,la storia dello sponsor Fiat è uno scandalo enorme che non viene fuori da nessuna parte, 6 anni di contratto a meno soldi perfino anche di un club come il Tottenham o il Wolfsburg.. C’è qualcuno che mormora anche che nessuan grande azienda vuole dar soldi a un’altra multinazionale (nell’immaginario è sempre una multinazionale Fiat che controlla la Juventus), io penso invece è che casa agnelli-elkann che sta facendo giochetti sulla pelle della Juventus e dei suoi tifosi e soprattuttto del futuro.
    Anche se in effetti pensandoci bene quali sono grandi sponsor che investono in società detenute da altre multinazionali? Nessuna , basti pensare che il Bayern Monaco è un azionariato popolare.
    Il tasto più dolente e grave epr il futuro del club riguardano sempre gli icnassi da stadio visto che ogni anno che passa la distanza con i principali club europei in questa voce aumenta,anzi aumentano anche i club con nuovi grandi stadi o progetti mentre la Juventus rimane al palo col suo palazzetto dello sport.Se pre purtroppo citando il Bayern Monaco, che ha raggiunto gli oltre 515 milioni di ricavi quando appena 7 anni fa icnassava meno della Juventus, l’allianz arena è costata 340 milioni e fa icnassare 130 milioni di ricavi complessivi.,finanziariamente quindi è stato un progetto molto più vantaggiosod ello Juventus stadium nel medio lungo termine, ma non solo basti pensare ai 215 milioni di ricapitalizzazione tra il 2006 e il 2011 andati in fumo ovvero in semplici acquisti di giocatori, che certificano la fallimentare gestioned ella Juventus da parte di casa agnelli-elkann none videnziata da nessuno in italia tranne dagli amici del blog juventinoindignato che sono gli unici che fanno una vera informazione-inchiesta sulla Juventus.

  4. Matteo Tremolada

    14 Novembre 2014 alle 11:43

    Manuel, a me non sembra proprio che i dati non siano oggettivi. Non condivido tutto questo pessimismo per il futuro:
    – dal prossimo esercizio i ricavi aumenteranno *sensibilmente* (già con Adidas e Jeep sono 20 milioni in più; aggiungici l’aumento dei diritti Tv e la cifra è già consistente);
    – “Quest’anno la Juve ha investito meno dell’AS Roma”. Beh, parliamone, la Roma non rientra nemmeno nei parametri del Fair Play Finanziario;
    – i dirigenti hanno iniziato una notevole opera di valorizzazione e consolidamento del brand e il progetto Continassa ci farà scavare un solco ancora più profondo con la concorrenza in Italia e ci avvicinerà ai top d’Europa;
    – lo J Stadium è costato (vado a memoria) circa 120 milioni e se ne è già parlato fino allo sfinimento dell’argomento: costi di gestione limitati, posti a sedere calibrati sugli anni precedenti. Uno stadio più grande, oltre a costare enormemente di più, sia come costruzione sia come costi di gestione, non avrebbe reso allo stesso modo.
    – per quanto riguarda le sponsorizzazioni, c’è margine di miglioramento. Ma bisogna anche tenere in considerazione l’attuale situazione italiana. Se pensiamo che Sportfive non è ancora riuscita a trovare qualcuno disposto a pagare per dare un nome al nostro stadio… Ovvio che poi altre nazioni e altri campionati siano più appetibili per gli sponsor. Inoltre, Juventus è quotata in borsa e l’accordo di sponsorizzazione Jeep è un’operazione con parti correlate e la disciplina assicura la totale trasparenza di tali operazioni.
    – i due aumenti di capitale: sono entrambi diretta conseguenza delle gestioni fallimentari di Blanc & Co. (e di Calciopoli), tant’è che adesso ci si avvia verso una gestione che non avrà più bisogno di queste operazioni.
    Forse si dimentica che gli attuali campionato e situazione italiani sono un forte limite alla possibilità di aumentare il nostro fatturato. Ormai non ci si può più paragonare nemmeno alla Germania, dove sono avanti anni luce rispetto a noi.
    La società sta facendo un grandissimo lavoro sotto tutti i punti di vista. Che poi ci siano margini di miglioramento non c’è dubbio, anche se non dipende necessariamente tutto da noi.

  5. Manuele

    20 Novembre 2014 alle 16:52

    matteo il tuo è un commento superficiale, o meglio mi correggo, è un commento da tifoso medio che compra tuttosport, la gazzetta o vede sky , mediaset per informarsi.La situazione non è buona. Non capisco la mossa di fare plusvalenza nell’esercizio scorso che sa tanto di coperta corta visto che poi si ritrovano un passivo cosi grande in questa trimestrale, tra l’altro manco hanno coperto il buco della passata stagione ma se lo trascinano.. ultima precisazione: in molti forum esultano per quel +2.1 mln di ricavi da gare rispetto l’anno scorso ignorando che si sono fatti solo perchè la partita di CL di Settembre di quest’anno era in casa a differenza dell’anno passato ergo il passivo Juve è di 30 mln. Al pareggio di bilancio quest’anno non ci arrivano proprio, bisogna sperare che si qualifichino agli ottavi, che quest’anno con due squadre può avere un bel boost sui ricavi rispetto l’anno scorso altrimenti cessione importante a Giugno

  6. Manuele

    20 Novembre 2014 alle 16:57

    Il Bayern Monaco ha annunciato di aver finito di pagare l’Allianz Arena costata 340 milioni di euro e che eprmette dircavi epr 130 milioni di euro annui complessivi annui.
    Ora l’Allianz Aresta è stata progettata contemproaneamente allo Jstadium che è costato escludenndo i costi per l’ababttimento el delle alpi 90 milioni circa e permette di ricavare 40 milioni annui, tutto compreso è costata 130 milioni.
    Confrontando i 2 progetti si può affermare senza smentita che dal punto di vista costi/ricavi l’Allianz Arena è costata meno dello Jstadium per il semplice motivo che il Bayern Monaco ha fatto un mutuo effettivo da 175 milioni di euro mentre il resto lo ha pagato con gliincassi dello stadio.

Lascia il tuo commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Extra

  • Calciomercato Juventus 2019/20

    13 luglio 2019 – Juventus comunica di aver acquisito le prestazioni sportive del difensore centrale Cristian Gabriel Romero a fronte di un corrispettivo...

    Ossimoroju29ro12 Luglio 2019
  • Colui-che-non-deve-essere-nominato

    Il clima giornalistico che si sta creando attorno al post Allegri ha del grottesco, visti i molteplici nomi che aleggiano come...

    Angelo Parodo28 Maggio 2019