Connect
To Top

L’occasione del riscatto in terra turca

La Juventus si appresta ad affrontare una nuova trasferta in Turchia dopo quella di qualche mese fa in Champions per la sfida con il Galatasaray che il popolo juventino ancora oggi fatica a digerire, per il risultato e per le condizioni in cui si giocò. Quella partita ci costò infatti l’esclusione dalla competizione e la conseguente retrocessione in Europa League.

La squadra che invece si appresta ad affrontare domani è il Trabzonspor, la quale si è comportata in questa competizione più che bene. Sia nei preliminari che nella fase a gironi è rimasta imbattuta e si è classificata per il turno successivo in testa al proprio girone.

La partita dell’andata ha visto vincere la compagine bianconera con un netto 2 a 0 (reti di Osvaldo e Pogba) consentendole così di arrivare al match di ritorno con un buon vantaggio.

Tuttavia non bisognerà sottovalutare l’avversario. Anche se in campionato non sta rendendo al meglio (attualmente è al 7 posto e a meno tre dal quarto posto che gli consentirebbe l’accesso alla prossima edizione dell’Europa League) e non ha risolto il problema allenatore (la squadra è infatti ancora affidata al temporaneo reggente Mandirali), in casa gode di ottimi risultati e lo dimostrano le prestazioni realizzate nella fase a gironi: 3-3 con la Lazio; 2-0 con il Legia; infine, 4-2 con l’Apollon.

Quello che balza maggiormente agli occhi è la vena realizzativa di almeno due goal a partita, il che dimostra come la squadra turca riesca ad esprimersi su discreti livelli in fase offensiva sfruttando al massimo il buon possesso palla che riesce a creare durante le partite.

Tra gli osservati speciali, a cui i nostri dovranno prestare particolare attenzione, c’è Adin, attuale capocannoniere della competizione con 5 goal, di cui 4 realizzati proprio in Turchia e che nella gara di andata è stato uno dei più pericolosi insieme ad Henrique. E poi dovrebbe esserci il rientro di Malouda, esterno francese ex Chelsea, dotato di grande carisma e personalità, che nella partita scorsa fu assente per infortunio.

Infine da non sottovalutare anche il pubblico caldo dello stadio del Hüseyin Avni Aker che è solito trasformarsi in una grande bolgia, come qui raccontato, e che cercherà di spingere la squadra verso il traguardo finale.

Per quanto riguarda la formazione bianconera, anche per questa partita è previsto turn-over visto l’impegno riavvicinato fuori casa di campionato domenica sera contro il Milan: in porta ci sarà Buffon, mentre in difesa spazio a Bonucci, Caceres e Ogbonna; sulle fasce agiranno Isla e Peluso, mentre al centrocampo spazio a Vidal, Marchisio e Padoin, anche se non è da escludere l’impiego dal primo minuto di Pogba al suo posto; in attacco spazio all’inedita coppia Osvaldo-Giovinco.

Tra i ragazzi di cui l’allenatore bianconero dovrà fare a meno ci sono Vucinic, Pepe e Asamoah.

La formazione turca dovrebbe essere la seguente: Kivrak; Bosingwa, Yumlu, Demir, Keleş; Zokora, Colman; Erdoğan, Mierzejewski, Adin; Henrique

Nota meteorologica: per giovedì sera previste temperature basse, dovrebbe essere scongiurato il rischio di nevicate.

Lascia il tuo commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Europa League

  • Juve – Benfica 0-0

    Non è facile riordinare le idee dopo la serata amara che abbiamo vissuto due giorni fa. L’ennesima serata amara in salsa...

    Fabio Debellis3 Maggio 2014
  • Juventus-Benfica: vincere per continuare a sognare

    “Stasera avremo di fronte una bella salita da fare e noi siamo pronti a compierla”: erano queste le parole di Conte...

    Salvatore Scarso1 Maggio 2014