Connect
To Top

Udinese – Juve: trasferta insidiosa e un occhio al mercato

Archiviato il turno di Coppa Italia, che ci ha visti qualificati alle semifinali che si disputeranno nei primi di marzo dove affronteremo la vincitrice tra Fiorentina e Roma, la concentrazione è tutta sul campionato dove ci aspetta la trasferta del Friuli contro l’Udinese alle ore 15:00.

Gli attuali punti di distacco dalla seconda sono un buon vantaggio ma come ha ricordato lo stesso Allegri in conferenza stampa non bastano per stare tranquilli:

“Noi dobbiamo pensare che in questo momento è un campionato di 18 partite dove tutte e due le squadre sono a zero punti e quindi bisogna perlomeno arrivare pari a loro per mantenere il vantaggio di 7 punti”.

Questi sono giorni importanti anche per quanto riguarda il calciomercato: siamo agli sgoccioli e le squadre si apprestano a completare gli ultimi ritocchi per affrontare al meglio la seconda parte di stagione. In casa Juve c’è stato il ritorno anticipato di De Ceglie dal prestito al Parma per via delle difficoltà economiche che sta attraversando la società. Un altro giocatore che rientrerà anticipatamente è Sturaro: in realtà a luglio avevamo acquistato l’intero cartellino dal Genoa ma glielo avevamo lasciato in prestito per tutta la stagione però, viste le difficoltà nel trovare un buon rinforzo a centrocampo a gennaio a costi sostenuti e viste anche le buone prestazioni fin qui registrate, si è deciso appunto di anticipare i tempi. Il giocatore sarà a disposizione di mister Allegri solo dalla prossima settimana. L’ultimo tassello da completare riguarda l’attacco: dopo aver ricevuto l’ok dalla MLS per anticipare la partenza di Giovinco verso il Toronto F.C.  la Vecchia Signora sta cercando un sostituto per i prossimi 6 mesi e sembra che si sia indirizzata verso delle vecchie conoscenze, cioè Osvaldo in primis, con alternativa Matri. In uscita invece si registra il passaggio quasi certo di Mattiello al Chievo Verona in prestito, mentre è saltato quello di Marrone al Cordoba a causa di un problema al retto femorale che non gli ha fatto superare le visite mediche e che lo costringe ad un prossimo intervento. Da noi tutti un in bocca al lupo a Luca!

Tornando alla partita, la squadra friulana è reduce dalla vittoria contro l’Empoli per 2 a 1 e attualmente si trova a metà classifica. All’andata la sfida si concluse per 2 a 0 in nostro favore. L’ultima vittoria nel suo stadio contro la Juventus risale alla stagione 2009-10: da lì in poi 3 vittorie e un pareggio. Un dato curioso: fino adesso ha collezionato più punti in trasferta che in casa rispetto alle scorse stagioni. Molti sono i dubbi che tormentano Stramaccioni per la formazione da schierare a causa delle numerose assenze: Domizzi, Pinzi e Geijo sono infortunati; Wague e Badu sono impegnati in Coppa d’Africa; Evangelista e Zapata nel Sub 20, mentre Kone sta scontando i 3 turni di squalifica. A meno di sorprese, il tecnico dei friulani dovrebbe ricorrere al collaudato 3-5-2: in porta Karnezis; difesa composta da Piris, Danilo e Heurtaux; centrocampo composto da Allan, Guilherme e Bruno Fernandes, sulla fascia destra Widmer mentre è ballottaggio sulla fascia sinistra tra Gabriel Silva e Pasquale; in attacco il duo Di Natale-Thereau. Sono diffidati: Badu, Bruno Fernandes, Pasquale, Piris e Di Natale.

La Juventus è reduce dalla vittoria interna contro il Chievo Verona per 2 a 0 e anch’essa si presenta a questa sfida con un po’ di problemi di formazione che riguardano per lo più il centrocampo: vista l’assenza di Marchisio per squalifica e quella di Vidal per l’infortunio al ginocchio rimediato nella scorsa gara che gli ha impedito di allenarsi con gli altri, Allegri in queste ultime ore sta ragionando se ritornare al 3-5-2 o schierare la formazione degli ultimi tempi cioè il 4-3-1-2 con l’inserimento di Padoin al centrocampo o ancora rinunciare al trequartista e mettere due seconde punte. Al momento il 4-3-1-2 sembra la soluzione prescelta: in porta Buffon; in difesa Bonucci, Chiellini, Lichtsteiner e Evra; al centrocampo Pirlo, Pogba e Padoin; Pereyra trequartista e in attacco Tevez e Morata, anche se quest’ultimo è ancora in ballottaggio con Llorente. Nel caso di 3-5-2 ci sarebbe Caceres nei tre dietro, Lichtsteiner ed Evra che avanzano nella linea a cinque con Padoin fuori. I diffidati sono: Ogbonna, Lichtsteiner, Pogba, Tevez e De Ceglie. Indisponibili invece Asamoah, Romulo, Vidal e Marrone.

PS: tra i convocati c’è già De Ceglie che ha scelto la maglia numero 17, mentre non figura Giovinco il che significa che è a un passo dall’addio anticipato.

Buona partita a tutti!

Lascia il tuo commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Campionato

  • Stagione 2019-2020 – secondo ciclo

    Eccoci. Il secondo mini-ciclo è passato e siamo ancora primi, sia in campionato, sia in Champions. Per di più, siamo l’unica...

    Francesco Di Castri13 Novembre 2019
  • Juventus-Milan 1-0, solito copione

    Vi ricordate Maurizio Sarri sulla panchina del Napoli? “La Juve gioca sempre dopo di noi, scende in campo sapendo già il...

    Giuseppe Simone11 Novembre 2019