Connect
To Top

Juve – Genoa: riscattiamo l’andata

Abbiamo tutti ancora negli occhi la splendida serata di Dortmund, il bolide di Tevez, le progressioni e il gol della sicurezza di Morata, la solidità difensiva, la grande prova di squadra, il muro giallo abbattuto sotto i colpi di una Vecchia Signora più che convincente.

Molti di noi stanno probabilmente già pensando alla doppia sfida contro il Monaco di quei giorni di metà aprile da segnare col circoletto rosso sul calendario, che ci diranno se quella benedetta prenotazione in quel ristorante così prestigioso sia stata davvero accettata…

Prima però è il momento di rituffarsi nel campionato italiano, perché allo Juventus Stadium arriva il Genoa di Gasperini.

Come sappiamo, sono ormai 14 i punti di vantaggio sulla Roma, 15 quelli sulla Lazio. Ciò nonostante, siamo certi che Mister Allegri schiererà la migliore formazione possibile per cercare di finire la partita col bottino pieno, pur dovendo fare i conti con infortuni – più o meno gravi – e squalifiche.

Non sarà della partita Morata: diffidato, è stato ammonito la scorsa giornata col Palermo. Ovviamente assente anche Pogba, che purtroppo per noi è costretto ai box per quasi due mesi.

Davanti a Buffon potrebbe essere riproposto dall’inizio il trio delle meraviglie Barzagli-Bonucci-Chiellini, il baluardo difensivo che ha fatto le fortune della Juve negli anni recenti, anche se non è da escludere un impiego di Ogbonna. Il ritorno al 3-5-2 prevede un centrocampo formato da Lichsteiner ed Evra sugli esterni, mentre la scelta dei tre interni è praticamente obbligata: con Pirlo e Pogba out e Sturaro appena ripresosi dall’infortunio di Palermo (si accomoderà in panchina), Allegri dovrebbe schierare Marchisio, Vidal e Pereyra (reduce da una delle sue migliori prove stagionali contro il Borussia).

In avanti, con Morata squalificato, dentro il connazionale Llorente, che affiancherà Tevez. Matri in panchina, pronto a subentrare.

Il Genoa invece si trova attualmente in 7° posizione, a 37 punti, a pari merito con l’Inter, a 8 punti dal sesto posto, che significherebbe Europa. Tra le 9 vittorie del Genoa in campionato, bisogna ricordare anche quella ottenuta proprio contro la Juventus nella gara d’andata, in una partita segnata dai pali di Llorente e Ogbonna, dai miracoli di Perin e dal gol all’ultimo minuto di Antonini.

Gasperini schiererà il suo Genoa con un 3-4-3. A difendere la porta di Perin, ci sarà il trio De Maio, Burdisso e Roncaglia; Bergdich, Kucka, Bertolacci, Edenilson a centrocampo; in attacco, il tridente sarà formato da Niang, Borriello e Perotti.

L’allenatore genoano deve fare a meno di Iago Falque, che fin qui ha ben figurato in campionato. Già, quel Iago Falque acquistato dalla Juve qualche anno fa e ceduto al Tottenham  per pochi spiccioli… A Genova sembra avere trovato la sua dimensione.

La Roma sarà impegnata nella trasferta di Cesena alle 20.45. Godersi la partita dei vincitori estivi della Serie A con 17 punti di vantaggio (18 con lo scontro diretto a favore) vorrebbe dire aver messo una seria, serissima ipoteteca sul Tricolore.

Buona partita!

Lascia il tuo commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Campionato

  • È davvero solo colpa di Allegri?

    Eccoci qui, al terzo anno consecutivo, a cercare di capire dove arrivino le colpe e i meriti della squadra e dove...

    Francesco Di Castri20 Settembre 2021
  • Juventus-Fiorentina, un commiato

    Il campionato di Serie A 2020/21 perde oggi ogni barlume di credibilità e, come scritto a ottobre, smetto di occuparmi di...

    Giuseppe Simone22 Dicembre 2020