Connect
To Top

La verità ti fa male, lo so

“ORMAI HAI 21 ANNI È TEMPO CHE TU SAPPIA DI CHI SEI FIGLIO..”

Un buon modo per sintetizzare il Dani Alves pensiero.

Di anni ne abbiamo chi più (anche molti di più) e chi meno, ma la reazione del pubblico è più o meno simile per noi tutti. Quasi tutti.

Perchè sotto sotto ci fa girare le palle che ci venga sbattuta sul muso la verità così in modo crudo.
Perché le parole di Dani Alves rilasciate in patria dopo giorni di silenzio sono la Verità.

Verità è che per migliorarsi e completarsi bisogna fare diverse esperienze, nel calcio come nella vita.
E se l’ho presa larga per indorare la pillola, è Verità che Dybala prima o poi andrà via in uno di quei 3/4 club che al momento per storia, vittorie e blasone ci sono superiori.
E non saranno i consigli (richiesti o meno) di Dani Alves a far si che questo accada.

Verità è che se chi dovrebbe avere sicurezze e consapevolezza è il primo a cagarsi sotto non vai molto lontano.
L’abbiamo capito sulla nostra pelle, l’abbiamo visto negli sguardi nel prepartita, l’abbiamo capito poi, fra un’intervista e l’altra, fra un “ci manca ancora qualcosa” e un “siamo abituati”.

Che poi lo faccia rivelando particolari più o meno “intimi” è il limite sul quale sindacare, ma è anche la discriminante per poter pienamente capire “di chi siamo figli” e cosa aspettarsi per il futuro.

Abbiamo quasi tutti discusso sulla necessità di un cambio di mentalità per vincere in Europa, del pensare più a farlo che a non prenderlo, di non giocare con la paura. E ora che l’esterno brasiliano ci mette davanti agli occhi che questa paura sfiorava la rassegnazione la reazione è quella di alzarci e sbraitare contro lui… non contro chi si sentiva sconfitto prima di iniziare.

Ognuno è libero di reagire come vuole, di chiedere la sua testa in nome della serietà e del buon nome della società.

Io personalmente gli rinnoverei il contratto immediatamente. Facendo anche in modo che arrivino altri giocatori di Personalità, che sappiano trascinare la squadra senza zavorre mentali, senza quello stato di “Angoscia” che ci prende durante certi appuntamenti… anzi l’Appuntamento.

Non parliamo di Salvatore della patria eh, perché la Juve era tale prima di Dani Alves e lo sarà anche dopo.
Ma la Juve era tale anche prima di Chiellini (uno a caso…) e lo sarà anche dopo.

Magari senza più pensare che l’ 1-0 sia il nostro risultato…

3 Comments

Lascia il tuo commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Opinioni

  • La Juve che sarà

    A poco più di una settimana dalla fine del calciomercato, dopo la prima partita di campionato, con la seconda alle porte,...

    Francesco Di Castri19 Agosto 2022
  • Sole, mare e liste!

    Estate, aria di anguria, sole, mare e… calciomercato! Come sapete, infatti, soprattutto nel periodo estivo, le squadre di calcio possono vendere...

    Francesco Di Castri12 Luglio 2022